Azzerare correttamente un disco o una chiavetta gpt


Immagina d’avere la necessità di utilizzare un hard disk che al momento è in base gpt ma che a te serve in base mbr magari perché lo devi adoperare in un computer senza uefi o perché hai problemi con il gpt come vedremo in un prossimo articolo. Dato che finora nemmeno freedos supporta l’avvio in gpt e visto il nome che porta, è abbastanza ovvio che un hard disk gpt non possa essere cancellato con il programma mbr di Terabyte. Non lo possiamo nemmeno azzerare con gdisk per dos, e probabilmente nemmeno con gdisk lanciato dal prompt dei comandi, perché questo programma si limita a togliere tutte le partizioni senza azzerare completamente il disco. Quindi usando gdisk a 16 bit il disco viene apparentemente cancellato perché privo delle partizioni ma non è completamente azzerato e ciò comporta dei problemi come scritto nel paragrafo successivo. Anche usando programmi windows le cose non sono così scontate come puoi leggere qui sotto. Ecco tre modi per azzerare correttamente un disco gpt ed il terzo mi sembra quello più semplice anche se richiede un po’ d’attenzione perché, non chiedendo conferma, dovrai essere sicuro che il disco da cancellare sia proprio quello desiderato.

primo modo, con aomei partition assistant

Analogamente a quanto scritto per gdisk e contrariamente a quanto avveniva con i dischi mbr, anche la cancellazione di tutte le partizioni di un disco gpt con aomei partition assistant si limita a togliere le partizioni senza azzerare completamente il disco e ciò comporta dei problemi. Infatti se in un disco così cancellato vai a ripristinare l’immagine di windows acquisita con image for dos facendo in modo che la partizione ripristinata sia attiva, ossia che sia avviabile, apparentemente il restore avviene senza problemi ma windows non parte correttamente. Avviando il pc senza alcun comando windos 10 non mi attiva l’audio e quindi non so cosa scrive, so però che si avvia solo in parte a causa del tempo impiegato. Stranamente le cose cambiano se avvio il disco con il menu di boot per la sessione di lavoro corrente: windows si avvia andando nella finestra di riavvio dalla quale è possibile accedere alle opzioni avanzate ma non ci fai niente salvo il fatto che forse puoi reinstallare il sistema ma non ci ho provato. Inoltre, se ad un disco sono state cancellate solo le partizioni senza azzerarlo completamente, l’installazione csm di windows 10 si avvia ma alla fine non dovrebbe procedere con la scrittura su disco. Sto usando il condizionale perché la cosa a me capitata ma dopo vari esperimenti e quindi per esserne sicuro al 100% dovrei cancellare male un disco come scritto sopra e provare subito l’installazione di windows (cosa che al momento mi scoccia fare).
Per azzerare completamente il disco gpt con aomei partition assistant puoi percorrere questa strada anche se un po’ lunga e contorta che inserisco soprattutto a scopo didattico:
1) seleziona il disco e dal menu omonimo scegli Convertire mbr/gpt e faccio notare che le due parole della voce di menu sono in quest’ordine anche quando il disco è in gpt ma che una volta entrato ovviamente ti proporrà di convertire da gpt a mbr. Poi dai le varie conferme come al solito, l’operazione richiede qualche secondo;
2) le partizioni del disco sono state mantenute e convertite in questo modo:
• Ripristino=inalterata,
• efi=partizione in fat 32 apribile se gli assegni una lettera di unità e contiene i file di avvio per uefi,
• ripristino=spazio non allocato,
• sistema=ntfs semplice con i file di windows ma che non parte.
Come vedi il disco non è utilizzabile per far partire il sistema a meno di non ripararlo in qualche modo ma non ci ho provato;
3) come al solito, dal menu Disco cancella tutte le partizioni ed abbiamo finito.

Secondo modo con aomei partition assistant

La seconda strada per cancellare un hard disk gpt è quella d’usare la pulitura disco che si sceglie dal menu Disco di aomei partition assistant e questa volta l’azzeramento avviene con un unico passaggio. Tuttavia nel disco in cui ho fatto le prove la strada risulta un po’ lunga perché dal 15 al 18 per cento circa l’operazione risulta assai lenta ma potrebbe dipendere da un difetto dell’hard disk in uso o, forse dal fatto che aomei partition assistant ricorda quant’erano lunghi gli anni della prima guerra mondiale! Scherzi a parte, vorrà dire che quando avrò la necessità di adoperare la pulitura disco su un altro hard disk farò caso se avviene in tempi brevi per tutto il disco o se c’è una zona in cui si muove come una tartaruga.

provlema con le chiavette gpt ed aomei partition assistant

Come accennavo nell’articolo precedente, aomei partition assistant non funziona correttamente con le chiavette gpt come quella che abbiamo creato per l’installazione di windows. Quando ne colleghi una, nota che qualcosa è stato collegato e fa la stessa cosa se la rimuovi; tuttavia non dà la possibilità di selezionarla con l’ovvia conseguenza di non poterla cancellare.

cancellare un disco o una chiavetta gpt tramite diskpart di windows

Con diskpart di windows la cancellazione di un disco o di una chiavetta gpt è semplice e rapidissima ma bisogna starci attenti perché non chiede conferma.
Una buona parte della rete internet è composta da persone che si limitano a fare il copia ed incolla a scapito della creatività e della sperimentazione e uno degli esempi che te lo dimostra è che se fai un giro per vari siti in cui si parla di diskpart, tutti quanti dicono di avviarlo dal prompt dei comandi e, in certi casi, d’aprire quest’ultimo come amministratore. Va bene anche così ma si fa un passaggio inutile. Personalmente ho sempre aperto ed usato diskpart da Esegui, se uac è attivo chiede conferma ma personalmente preferisco lasciare sempre a zero questo controllo.
Per chi usa jaws e in windows 10 desidera avere un riscontro vocale diretto durante l’uso di diskpart deve andare al prompt dei comandi, aprire il menu Sistema con alt+spazio, con le frecce scegliere Proprietà e in queste attivare la voce Usa console legacy.
Per la cancellazione del disco gpt procedi così:
1) da Esegui scrivi:
diskpart
e poi digita:
list disk
in modo da sapere con certezza qual è il disco da cancellare e ti faccio notare che l’ultima colonna della riga in cui sono scritte le caratteristiche del disco gpt è costituita da un asterisco, Così se nel computer hai dischi mbr e dischi gpt potrai riconoscere facilmente gli uni e gli altri. attenzione a non confondere l’asterisco di fine riga che indica il gpt con quello di inizio riga che invece t’informa che il disco è stato selezionato con il comando select. Quindi quando selezioniamo un disco gpt avremo un asterisco ad inizio e fine riga;
2) come hai visto, la numerazione di diskpart parte da zero e supponendo di voler cancellare il disco 1 scrivi:
select disk 1
3) adesso hai l’asterisco ad inizio e fine riga, quindi scrivi:
clean
la cancellazione avviene in pochissimo tempo. Digita exit per uscire da diskpart ed abbiamo terminato.


  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *