Scheda di rete wireless-usb tp-link tl-wn822n

Introduzione e caratteristiche principali

Contrariamente ad altre schede di rete wireless-usb per l’uso del wi-fi all’interno della propria abitazione, questo modello non si presenta come una pennetta ma come una scatolina di pochi centimetri con una presa mini usb di tipo B a cui collegare il cavo usb che dall’altro lato termina con la spina standard adatta ai pc. Sopra la scatolina troviamo il pulsante wps che tuttavia non ho mai adoperato perché, almeno per la modalità utilizzata, basta il wps del router. I lati lunghi della scatolina sono costituiti dalle due antenne che si possono alzare e regolare in direzionalità e hanno un guadagno di 3 db; è un dato che per un wireless-usb non so quantificare ma che dalle prove pratiche è risultato molto buono perché, pur abitando in una casa singola, vede anche le reti dei miei vicini.
A causa della configurazione vista sopra e contrariamente a quanto si dice nel pdf con la guida all’installazione e sezione in italiano scaricato dal sito tp-link, non è possibile collegare al pc questo modello senza la prolunga in dotazione. Questa che apparentemente può sembrare una scomodità, forse aiuta la ricezione del segnale perché, come abbiamo visto per le tastiere wireless, il cavo fa da antenna ed inoltre permette di posizionare la scatolina in modo più apropriato alla ricezione e trasmissione.
Il tl-wn822n è compatibile da xp a windows 10, mac e linux con standard ieee 802.11n, ieee 802.11g, ieee 802.11b. Nel manuale del cd in dotazione e nel sito tp-link l’intervallo di frequenza su cui opera non è chiaro a causa di cifre ridondanti nel secondo numero.
Questo modello viene visto in fase d’installazione di linux ubuntu 18.04.1 e 18.10, cosa che non succede con tutti i wireless-usb nemmeno quando sono di marca tp-link. Ad esempio, il modello archer t2uh sempre di tp-link, pur avendo i driver per linux da inserire al termine dell’installazione del sistema, in fase d’installazione delle versioni di linux citate è come se non fosse collegato. Per ulteriori dettagli su come connettere la rete wi-fi con questo modello in fase d’installazione di linux vedi l’articolo successivo.
Di seguito trovi come installare e connettere la scheda di rete wireless-usb tp-link tl-wn822n in windows 10, 7 ed xp con istruzioni valide per tutti ed accorgimenti per chi utilizza gli screen reader per non vedenti e lo scopo è anche quello di fornire informazioni per modelli simili. Faccio notare però che ho adoperato questo wireless-usb solo nella modalità infrastructure per andare in internet, ossia usando un access point costituito dal router collegato via radio con il tp-link tl-wn822n. Siccome non ne avevo la necessità, non ho provato la modalità ad-hoc, ossia il collegamento di due computer tramite due schede di rete senza fili.

la scheda con windows 10 64 bit versione 1803

La scheda di rete wireless-usb tp-link tl-wn822n viene riconosciuta ed installata automaticamente da windows 10 con driver costituiti da due file. Tuttavia è meglio usare il software tp-link presente nel cd in dotazione oppure, anche se non ho provato, scaricarlo dal sito perché con i driver installati da windows 10 a volte capita che perda la password quando si spegne e si riaccende il pc. D’altra parte installa dei driver Realtek che con questa scheda di rete non c’entrano un fico secco… Comunque già che c’ero ho continuato a sperimentare l’installazione fatta da windows 10 notando quanto segue.
Se dopo l’installazione noti che non sono disponibili connessioni, scollega e ricollega il wireless-usb.
A volte capita al termine dell’installazione mentre in altri casi succede dopo un po’ di tempo ma alla fine oltre alla scheda di rete in oggetto ne vengono installate altre otto di strane che non ho capito a cosa servono.

cd della scheda in windows 10

Visto che una volta collegata la scheda windows 10 inserisce dei driver non molto apropriati, conviene installare il software dal cd in dotazione o scaricarlo dal sito tp-link e per un’installazione pulita collegare la scheda solo quando il software d’installazione tp-link lo richiede.
Oltre al modello in oggetto, il cd ne contiene altri due e L’autorun.exe fa scegliere quello desiderato ma per chi non vede l’accessibilità della finestra che appare è quasi nulla: con jaws e in cursore touch e con l’assistente vocale si legge solo il pulsante Exit ed Extern mentre per gli altri gli screen reader si limitano a dire pulsante anche se con jaws non ho provato ad etichettare i grafici.
Per una completa accessibilità per chi non vede, per installare il software del cd basta entrare nella cartella del modello desiderato e cliccare su setup (esattamente come si farebbe se scaricassimo il programma dal sito).
L’installazione non richiede accorgimenti particolari. Come accennavo, Se il wireless-usb non è collegato, il software d’installazione lo richiede ed inizialmente pensavo che così facendo avrei potuto non istallare le altre otto schede strane che windows 10 inserisce ma ho visto che dopo un po’ le installa ugualmente ma non ho capito quando accade. E’ possibile installare solo i driver costituiti da quattro file tra cui due txt con testo incomprensibile, oppure installare i driver e l’utility per la gestione del wireless-usb chiamata appunto tp-link wireless configuration utility. Quest’ultima non è strettamente necessaria dato che in windows 10 e windows 7 il wps funziona anche senza; tuttavia non ho verificato se l’utility è necessaria quando si collegano due computer ad-hoc. Scegliendo d’installare anche l’utility, al termine dell’installazione jaws perde la finestra e ci troviamo nella configurazione del wireless-usb che tuttavia possiamo fare anche in un secondo momento. Quindi basta chiudere la finestra di configurazione e cliccare su Finish per chiudere anche la finestra dell’installazione.

Connessione, disconnessione e riconnessione con o senza wps in windows 10

Contrariamente al wireless-usb Netgear provato in passato, il wps non funziona dal desktop ma solo nel programma di windows per la connessione della rete o nel programma tp-link configuration utility. Come accennavo, per la modalità infrastructure una volta premuto il wps sul router il tp-link tl-wn822n non richiede la pressione del tasto wps su di esso. Tutte le operazioni seguenti s’intendono svolte lasciando la configurazione di default dei programmi e senza cambiare nome di rete o password già presenti nella configurazione del router.

Prima Connessione con windows 10 senza utility tp-link

Con qualche accorgimento per chi non vede, lo si può fare comodamente dalla barra delle applicazioni come segue:
1) dal desktop e con tab o shift+tab vai fino al pulsante Notifica, con freccia destra o sinistra vai su Non connesso – Sono disponibili connessioni e premi invio o spazio; a volte con invio jaws entra malamente e dice non disponibile, altre volte lo fa anche con spazio e quindi riprova più volte in caso di necessità;
2) Quando funziona, e purtroppo windows è così, trovi le reti disponibili, premi invio sulla tua e con tab scegli Connetti. Viene chiesta la password che puoi digitare manualmente e cliccare su Avanti oppure inviare dal router tramite il pulsante wps ed è quest’ultima opzione che faremo. Dopo aver premuto il wps attendi un pochino, la sintesi dice Annulla e al termine pronuncia Chiudi con cui si esce dall’applicazione. Se l’adoperi, attendi ancora un pochino perché jaws tende ad imballare tutto.

Disconnessione in windows 10 senza utility tp-link

Dal desktop come in precedenza vai fino al pulsante Notifica, con freccia destra o sinistra vai sul pulsante col nome della tua rete e premi spazio o invio; appare l’elenco delle reti e senza dare invio tramite le frecce posizionati sopra la tua e con tab vai fino a Disconnetti e premi spazio o invio, alt+f4 per tornare al desktop.
Nota: anche per la disconnessione c’è il problema di accesso con jaws come scritto sopra.

Riconnessione in windows 10 senza utility tp-link

La riconnessione si fa come la prima connessione ad eccezione del fatto che quando clicchi su Connetti il programma non chiede la password perché l’abbiamo inserita durante la prima connessione e quindi dopo qualche secondo sarà nuovamente connessa.

Connessione per la prima volta con utility tp-link in windows 10

Entra nell’utility e con tab scegli il pulsante Connect; nell’apposito campo digita la password che dovrà essere confermata con Ok oppure inviala premendo il pulsante wps sul router ed attendi qualche secondo. Per chi non vede, una volta connesso sembra richiedere nuovamente la password perché jaws legge ciò che non dovrebbe ma con insert+freccia su o con la riga braille noti che si è connesso.
A questo punto, siccome le finestre sono instabili per ciò che riguarda la lettura in cursore pc di jaws e quindi potrei scrivere indicazioni sbagliate per i pulsanti da premere, digita due volte alt+f4 per tornare al desktop.

Disconnessione con utility tp-link in windows 10

Entra nell’utility e clicca sul pulsante Disconnect, alt+f4 per uscire.

Riconnessione con utility tp-link in windows 10

Entra nell’utility ed attendi qualche secondo per essere riconnesso. Alt+f4 per uscire.

La scheda con windows 7

Il sistema operativo non ha driver per questa scheda e quindi bisogna per forza usare il cd in dotazione o il software scaricato dal sito tp-link che s’installa come in windows 10. Se non s’inserisce il wireless usb prima d’iniziare l’installazione e lo si connette solo quando viene richiesto dal software, la scheda viene riconosciuta ed installata correttamente ma non vengono viste le reti disponibili se prima non si fa un riavvio non richiesto. Questa faccenda l’ho verificata solo una volta e quindi per le stranezze di windows non so se lo fa in tutti i casi.
In windows 7 Ho fatto l’installazione dei soli driver costituiti in questo caso da sei file compresi i due txt. Finora non mi ha inserito le otto schede strane viste in windows 10.

Connessione per la prima volta in windows 7 senza utility tp-link

Anche in questo caso useremo la barra delle applicazioni con alcuni accorgimenti per chi non vede.
1) Dal desktop e con tab o shift+tab vai su Notificationchevron, freccia a destra fino a Non collegato sono disponibili connessioni di rete wireless su cui si preme invio; qualche volta entra male come in windows 10 ma a volte con jaws basta la simulazione del click sinistro per metterlo a posto, in altre occasioni bisogna uscire e riprovare;
2) Appare l’elenco delle reti, con le frecce seleziona la tua e dai invio. siamo sul pulsante Connetti da attivare con spazio, chiede la password (chiamata chiave di sicurezza) che oltre ad essere digitata e confermata con Ok può essere inviata premendo il pulsante wps sul router e noi useremo questa soluzione. Dopo un po’ la sintesi dice annulla e a volte pronuncia scritte del desktop e anche il messaggio
Impossibile connettersi a nomerete
ma sappi che sta simulando pinocchio perché se ascolti il grillo parlante e torni al desktop e poi, con jaws, premi insert+f11 e vai nel systemtray, noti che la connessione è avvenuta.

Disconnessione in windows 7 senza utility tp-link

Vai su Notificationchevron come sopra e premi freccia destra fino al pulsante nomerete accesso a internet; premi spazio per l’elenco delle reti, con freccia giù seleziona quella da disconnettere che senz’altro sarà la prima che incontri ed invio per far apparire il pulsante Disconetti su cui premi spazio. Anche in questo caso sembra che la funzione non sia stata eseguita ma basta controllare come sopra per rendersi conto del contrario.

Riconnessione in windows 7 senza utility tp-link

Come la prima connessione ma senza inserire o inviare la password perché già presente.

La scheda con xp

Se i driver non c’erano in windows 7, ovviamente xp fa altrettanto. Contrariamente a windows 10 il wps funziona solo se viene installato il programma tp-link wireless configuration utility. L’installazione del software presente nel cd avviene come per gli altri sistemi operativi.
Quando s’installano solo i driver, per una maggiore compatibilità con jaws è più comodo attivare e disattivare la scheda dal pannello di controllo piuttosto che dalla barra delle applicazioni. Se invece s’installa anche tp-link wireless configuration utility, dal pannello di controllo non lascia fare la prima configurazione della scheda mentre dalla barra delle applicazioni la cosa risulta instabile e quindi si deve adoperare per forza il programma tp-link.

Connessione per la prima volta in xp senza l’utility tp-link

1) Vai in Pannello di controllo, Connessioni di rete, Connessione rete senza fili;
2) vengono mostrate le reti disponibili, seleziona la tua con le frecce e con tab scegli il pulsante Connetti. Se la rete scelta è protetta, immetti due volte la password negli appositi campi e poi clicca ancora su Connetti; più volte alt+f4 per tornare al desktop.

Disconnessione e riconnessione in xp senza utility tp-link

Vai in Pannello di controllo, Connessioni di rete, Connessione rete senza fili ma senza entrarvi e dal menu di contesto scegli disabilita che diventa abilita quando la rete è spenta.

prima connessione in xp con utility tp-link

Una volta entrato nell’utility, per chi non vede l’elenco delle reti si legge in cursore jaws ma da non vedente non ho capito esattamente come funziona la selezione; cliccando su una rete ho notato che cambia il colore di sfondo della scritta ma gli sfondi sono tre che forse variano nel tempo e la cosa sarebbe da approfondire. Ciò nonostante è possibile fare la connessione senza tale approfondimento perché senza selezionare un nome di rete va sempre a prendersi la mia forse perché sceglie il segnale più forte. Quindi in cursore pc scegli Connect; qui è possibile premere il wps sul router oppure digitare la password e cliccare su ok. In entrambe i casi, dopo un po’ la sintesi chiede nuovamente la password ma è un messaggio che legge impropriamente e se leggi la riga corrente oppure con la barra braille noti che la rete si è connessa. Alt+f4 per uscire.

Disconnessione e riconnessione in xp con l’utility tp-link

Contrariamente alla prima connessione, le operazioni si possono fare anche dal Pannello di controllo, Connessioni di rete, Rete senza fili dove, senza entrarvi e dal menu di contesto, si sceglie Disabilita o Abilita.
Invece con l’utility tp-link si sceglie Disconnet oppure Connect ma, contrariamente al pannello di controllo e contrariamente all’utility usata però in windows 10, la riconnessione richiede la password ad ogni riconnessione ed è una scocciatura nonostante che dall’utility sia possibile inviarla tramite il wps e quindi per la riconnessione è meglio usare il pannello di controllo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *