Usare una presa elettrica per accedere a internet con powerline tp-link

Informazioni generali

Soprattutto se hai la fortuna di vivere in una casa grande a due piani, nel collegare un dispositivo tramite wi fi, ad esempio un televisore che per le sue grandi dimensioni non è facilmente ricollocabile, qualche volta capita che il segnale si perda con tutte le conseguenze che ciò comporta. Un’alternativa al wi fi potrebbe essere quella d’usare i powerline, dispositivi che permettono il collegamento ad internet tramite una normale presa elettrica da 10 o 16 amper.
Soprattutto per chi non vede le figure, i powerline tp-link con presa integrata che ho visto finora si presentano come un alimentatore a spina un po’ allungato, grosso modo come gli alimentatori che si usavano negli anni ’90 ma più leggeri, sui quali però vi è l’ingresso per un cavo con spina rj-45, ossia il solito ingresso che trovi nelle schede di rete e nei router, un tasto chiamato pair e tre led. Li chiamano con presa integrata, da non confondere con presa passante, perché l’apparecchio incorpora i due pin che andranno infilati nella presa elettrica esattamente come si fa con un alimentatore a spina qualsiasi. Alcuni modelli come il tp-link tl-pa810p hanno anche una presa passante, ossia una presa femmina a 220 volt collegata ai pin della spina, che serve a collegare un secondo apparecchio sfruttando un’unica presa a muro. Derivando dai due pin della spina, ovviamente la presa passante ha solo due poli e quindi adatta a collegare un televisore che non ha la massa a terra ma non un cavo a tre pin di un computer desktop che, al di là della massa, risulta meccanicamente incompatibile. Guardando il sito tp-link mi sembra di capire che la seconda p del modello scritto sopra indichi la presa passante.
Un’altra differenza che puoi incontrare tra i vari modelli è la velocità con cui avviene il trasferimento dei dati tra la scheda di rete e il computer, da non confondere con la velocità di connessione ad internet. Ad esempio, il tp- link tl-pa810p ha la velocità di 1200 mbps mentre il tp-link tl-pa710 arriva ai 1000 mbps; naturalmente se la scheda di rete o il router a cui è collegato il powerline non raggiunge tali velocità si adatta a quella più bassa del dispositivo collegato.
Quelli visti finora hanno una portata massima di 300 metri, sembrano tanti per un’abitazione ma devi calcolare il percorso che i cavi fanno per andare da un capo all’altro delle varie stanze.
Ci sono poi dei powerline che oltre a trasmettere il segnale tramite l’impianto elettrico hanno anche il wi fi ma non li ho mai presi in mano.
Avrai notato che ho sempre usato il plurale, infatti, a meno che non si tratti di un pezzo di ricambio che non so se si possa trovare, di un solo powerline non te ne fai niente e quindi, oltre ai due cavi di rete, nella confezione dei modelli acquistati finora ne ho sempre trovati due.
Contrariamente al sito ufficiale tp-link, nei siti in cui vai ad acquistare questi apparecchi capita che vi sia scritto solo la prima parte del modello che, pur essendo significativa, non è determinante per il tipo di presa/spina integrata. Ad esempio, il tl-pa810p, ossia la parte di codice che trovi nei siti in cui si acquista, ha la spina shuko se dopo questa sigla vi sono determinati caratteri mentre ha la spina comunemente usata in italia se ve ne sono altri. Ma se nella descrizione non mettono niente, se non mettono il codice per intero in modo da poterlo confrontare con il sito tp-link e se le figure sono puramente indicative, come fai a scegliere il tipo di spina? Non lo fai e ti affidi al caso.
Per il collegamento dei powerline dicono d’usare solo prese a muro di uguale amperaggio, 10 o 16, di non usare adattatori/prolunghe e multiprese. Beh, non sempre si ha una situazione così idilliaca soprattutto quando, pur non volendo, hai acquistato un powerline con spina shuko, quella tondeggiante con due pin più grossi, adatta a prese a muro che non sono sempre presenti nelle nostre abitazioni o comunque non in tutte le stanze e un adattatore ti ci vuole per forza. Forse le restrizioni scritte sopra vengono inserite anche per un fattore meccanico, è noto infatti che le multiprese dopo un po’ che inserisci e togli le spine hanno i contatti laschi e questo naturalmente deteriora o annulla il segnale. Dal punto di vista elettrico, finora ho notato che le restrizioni scritte sopra, valide anche per altre marche, hanno una qualche ragione d’esistere ma sono esagerate. Soprattutto in abitazioni datate, può capitare d’avere un impianto elettrico o una parte di esso con cavi di scarsa qualità, fatto con molte derivazioni da presa a presa, di dover usare prolunghe per la scarsità di spine ecetera. Ho notato che il tp-link tl-pa8010p non risente di queste brutte situazioni o comunque ne risente assai poco visto che con una configurazione assai precaria, fatta di più multiprese da una parte e di una multipresa con prolunga dall’altra che prendeva il segnale da una presa a muro con impianto elettrico vecchio e i due adattatori shuko che ero costretto ad usare perché per la faccenda del codice scritta sopra mi sono arrivati i powerline con quella spina, una volta non si è collegato mentre si è collegato tutte le altre volte che ho provato con la stessa configurazione schifosa. Il tp-link tl-pa7010, che però non necessitava degli adattatori, con la stessa configurazione assai critica non si collega ma si collega tranquillamente con situazioni meno drastiche, ad esempio con una multipresa su entrambe i powerline collegata direttamente alla presa a muro e, ovviamente, anche se c’è la multipresa solo da un lato. Insomma,. perché il collegamento non avvenga devi proprio avere una configurazione assai brutta. Comunque, se prevedi di non avere sempre la situazione idilliaca di poter collegare due o più powerline direttamente alla presa a muro, il consiglio è quello di non acquistare powerline molto economici.
I powerline dovrebbero trasmettere i dati tramite onde convogliate di cui non ne so un fico secco e quindi non so se i problemi di collegamento visti sopra dipendono dalla sezione dei cavi, dalla loro qualità, dalle giunture elettriche o quant’altro.

uso del tasto pair e significato dei led nei powerline tp-link tl-paxxx

Quanto scritto di seguito è valido per tutti i modelli tp-link il cui codice comincia con tl-pa. La base per scrivere questo e i paragrafi seguenti l’ho presa dalla guida d’installazione in italiano scaricabile dalla sezione supporto del sito tp-link. Oltre a non fare il copia ed incolla scrivendo le cose a modo mio, ho arricchito il tutto con le mie prove ed osservazioni.
Non è ben chiaro se in questa serie di powerline vi sia ancora qualche modello con il tasto reset, personalmente ho provato modelli con l’unico tasto pair che svolge le funzioni seguenti:
• premuto per 1 secondo=associa il powerline,
• per 8 secondi=disassocia il powerline dalla rete,
• per 15 secondi=reset.

Significato dei led

• Power=si accende ovviamente quando l’apparecchio è acceso
• ethernet=acceso quando un dispositivo è collegato,
• powerline giallo/verde=la rete funziona bene,
• stesso powerline ma rosso=la rete funziona con prestazioni limitate (non so quanto limitate, forse sarà scritto nella guida dei singoli modelli ma in inglese stramaledetto?),
• ancora lo stesso led powerline spento=non connesso o in modalità risparmio energia,
• sempre lo stesso led ma Lampeggiante ad ogni secondo=connessione/pair in corso,
• ancora lo stesso led powerline lampeggiante ogni 15 secondi=risparmio energia attivo. Ma allora, questo led powerline, in risparmio energia resta spento o lampeggiante ad ogni 15 secondi?

l’apparecchio entra in standby/risparmio energia dopo 5 minuti dallo spegnimento del dispositivo collegato e si riattiva quando il dispositivo viene riacceso. Allora penso, e non ho fatto guardare i led, che il powerline collegato al router rimanga sempre acceso fino a quando manteniamo acceso il router.
Naturalmente l’ideale sarebbe quello di poter vedere i led o che i powerline fossero dotati di segnali acustici in modo d’agevolare chi non vede ma, perdendo un po’ più di tempo che tanto secondo certe persone, e sottolineo certe, chi ha un handicap di tempo ne ha da vendere, si può fare ugualmente come vedremo in seguito.
Leggendo la guida all’installazione, sembra esservi anche un tasto che spegne i led ma nei modelli provati non l’ho trovato e non penso si riferiscano sempre all’unico tasto pair perché una volta premuto per breve tempo andrebbe ad innescare il collegamento verso gli altri powerline.

Installazione e settaggio di due powerline tp-link tl-paxxx

Salvo problemi o voglia di fare delle prove, il settaggio degli apparecchi si fa una volta sola perché viene mantenuto anche in assenza di corrente e non so se vi sia una pila o quant’altro a compiere questa operazione e se viene mantenuto per sempre o solo per un determinato periodo; finora ho visto che la configurazione rimane inalterata anche lasciando i powerline privi di corrente per diversi giorni.
Suppongo che l’esigenza di fare il settaggio con i powerline vicini dipenda dalla necessità di premere il tasto pair su entrambe gli apparecchi entro due minuti e se questi sono lontani, andando di fretta per le scale rischi di travolgere tua moglie che, proprio in quel momento, trasporta il più bel servizio di piatti ricevuto come regalo di nozze rischiando così d’essere sbattuto fuori casa assieme ai tuoi stramaledetti powerline! Fatto il primo collegamento, porterai il secondo powerline là dove serve. Procedi così:
1) ad uno dei powerline collega un capo del cavo di rete, l’altro capo inseriscilo in una delle porte del router e poi infila il powerline in una presa elettrica standard. naturalmente affinché il collegamento ad internet possa avvenire, il route deve essere acceso;
2) solo per il primo settaggio, collega il secondo powerline ad una presa elettrica vicina alla precedente. Per il tl-pa710 ho notato però che le prese non devono essere vicinissime; mettendo i due poverline sullo stesso quadro elettrico la connessione non avviene forse perché i due apparecchi si disturbano ma questo la guida d’installazione non lo dice;
3) premi il tasto pair su uno dei due powerline, il led powerline comincia a lampeggiare; entro due minuti premi il tasto pair anche sul secondo apparecchio. I due powerline si sincronizzeranno entro circa un minuto durante il quale i led powerline lampeggeranno per rimanere accesi in maniera permanente quando il collegamento è avvenuto.
Nota: basandomi sul significato dei led, qui sopra ho scritto powerline e non semplicemente power come invece scrive la guida; tuttavia non vedendoli…
Certamente nel modello tl-pa810p vi sono tre led perché, anche se piccoli, si sentono. Nel modello tl-pa710 non si sente un fico secco!

A questo punto puoi portare il powerline non collegato al router nel punto dell’abitazione in cui ti serve e, tramite il cavo di rete, collegarvi un computer o un altro dispositivo come ad esempio un televisore.
Per chi non riesce a vedere i led, prima di portare il secondo powerline nel luogo desiderato è necessario controllare se la connessione è avvenuta collegando un capo del cavo di rete al secondo powerline e l’altro capo direttamente alla scheda di rete di un pc che non deve essere connesso ad internet nemmeno col wi fi; Accendi il computer e controlla se vi è la connessione. Naturalmente la mancata connessione potrebbe dipendere anche dal mal funzionamento del router o quant’altro e quindi se hai dei dubbi fai le verifiche del caso. Porta il secondo powerline nella stanza in cui ti serve e, sempre con un pc come visto sopra, controlla che vi sia la connessione tenendo presente che da quando inserisci il powerline nella presa elettrica devi attendere circa un minuto affinché la connessione avvenga. Ho avuto l’impressione che la connessione avvenga in tempi più brevi ma non vedendo i led se attendi un minuto vai sul sicuro. Naturalmente se il tuo obbiettivo non è quello di collegare il secondo powerline ad un pc, una volta controllato che la connessione funziona, lo collegherai al dispositivo che ti serve come ad esempio un televisore.

Collegare un terzo powerline tp-link tl-paxxx

In caso di necessità è possibile collegare anche un terzo powerline che non deve necessariamente essere dello stesso modello dei primi due. Procedi così:
Dopo aver infilato il terzo powerline in una presa elettrica vicina a uno di quelli già connessi, premi il tasto pair sul powerline connesso in precedenza e, entro i soliti due minuti, premi lo stesso tasto sul terzo powerline ed attendi circa un minuto affinché si connetta. Naturalmente non è necessario che il terzo powerline rimanga lì dove hai fatto la connessione, in caso di necessità lo porterai nella stanza in cui ti serve e, come al solito, dopo averlo infilato nella presa elettrica attenderai circa un minuto affinché si connetta.
     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *