Brltty per Windows: installazione, configurazione e uso

Pubblicato per la prima volta in Fuori serie n.98 nel mio sito:
www.centroelettronica.info

Informazioni da sapere prima dell’installazione

Oltre alle versioni per linux incontrate nei vecchi numeri, di brltty esistono varie versioni per windows di cui, per risolvere alcuni problemi, sono stato costretto a provarne più di una. Brltty gestisce più di trenta barre braille e, con gli accorgimenti e le limitazioni spiegate di seguito, può essere usato da xp fino a windows 10 64 bit (non ho provato con windows 8 e nemmeno a tornare a windows 98). Se adoperato singolarmente, in xp legge solo il prompt dei comandi e la cosa non deve stupire visto che anche in linux brltty viene utilizzato solo da riga di comando. A meno che non vi sia qualche accorgimento che ancora non conosco, in windows 7 e 10 brltty adoperato da solo non legge nemmeno il prompt dei comandi. Indipendentemente dalla versione del sistema operativo, per utilizzare brltty in tutte le finestre di windows, o per lo meno in quelle accessibili, bisogna abbinarlo a NVDA e lo si fa scegliendo brltty nelle opzioni per il braille dello screen reader. In abbinamento con NVDA le versioni 5.0 e 5.1 di brltty hanno il difetto di inibire completamente il pannello frontale della barra braille mb408l, cosa che invece non succede quando brltty viene adoperato da solo al prompt dei comandi di xp. Se non riesci ad installare il programma, la cosa può dipendere dall’antivirus che la blocca come succede con panda antivirus pro 2016 che in pratica si comporta come segue: quando trova un’applicazione che non conosce chiede il consenso di eseguire o annullare l’operazione tramite due pulsanti posti in una finestra che in certe situazioni jaws riesce ad acchiappare e in altre no come nel caso dell’installazione di brltty. Non potendo rispondere alla domanda di panda, dopo qualche tempo si ritorna alla visualizzazione della cartella in cui siamo e sembra non sia successo niente mentre in realtà l’applicazione è rimasta in attesa e, in xp, me ne sono accorto andando a spegnere il pc perché chiedeva di chiuderla, perdendo i dati, o di annullare. Chiudendo ovviamente il computer si spegne ma, oltre a non aver mandato in esecuzione brltty, il problema si ripresenterà la prossima volta che si spegne il pc. Cliccando su Annulla, jaws riesce ad acchiappare la finestra di panda consentendomi di cliccare sul pulsante per eseguire l’applicazione. Ma panda, che un tempo era un bel programma, da qualche tempo è diventato proprio fetente perché, come abbiamo visto per il router, la momentanea disattivazione dell’antivirus non basta o o per lo meno non risolve tutti i problemi. Infatti con panda disattivato è possibile fare l’installazione di brltty la quale però avviene al rallentatore tanto che nel frattempo puoi cantare “la bella tartaruga di Bruno Lauzi, te la ricordi? No? Vai su youtube che la trovi! Oltre a brltty, l’installazione del programma attiva il servizio brlapi che in xp e prima di riavviare il computer trovi al termine di tutti i servizi elencati nella scheda omonima visibile tramite msconfig mentre nella prossima sessione di lavoro il servizio brlapi sarà giustamente tra i servizi che cominciano con la lettera b. In windows 7 e 10 il servizio viene caricato ma non è visibile nella scheda servizi di msconfig; per vederlo, tramite Esegui digita:
services.msc
quando la finestra si apre spara un colpo di tab per andare nell’elenco alfabetico dei servizi dove trovi anche brlapi e puoi anche notare che il numero di servizi elencati è maggiore rispetto alla scheda visibile in msconfig. A parte l’aggiunta del servizio brlapi, il programma può considerarsi portable. Con la barra braille mb408l non sono riuscito a far funzionare brltty con l’emulazione di braille lite (protocollo 6). Inoltre non sono riuscito ad installare la versione 3.8 di brltty; questa è priva del bat per l’installazione e la cosa sarebbe poco male se il bat presente nelle versioni successive funzionasse anche per la 3.8. Ho provato i comandi presenti nell’help del programma, che tra l’altro sono identici alla versione linux, ma non ho risolto niente. Nel mio sito trovi una versione di questo programma funzionante con NVDA ed mb408l (e naturalmente, si spera, anche con altre barre braille).

Installazione in xp e windows 7 32 e 64 bit

1)  scompatta il file in una cartella qualsiasi, entraci e clicca sul file brlttycnf.exe per avviare la configurazione che puoi cambiare o fare anche dopo l’installazione ma in questo modo hai la barra braille che funziona immediatamente dopo l’installazione;
2) con le frecce scegli la barra braille, spara un colpo di tab, piano! e con le frecce scegli la porta e poi clicca su Ok e conferma ancora con Ok. Il risultato della configurazione è rappresentato dalle ultime due righe del file brltty.conf che trovi nella sottocartella etc. Per default l’estensione .conf non è associata a nessun programma e ti conviene associarla al blocconote. Il cancelletto presente nel file serve a mettere commenti;
3) dalla cartella principale del programma clicca su install.bat; brltty viene installato tramite la riga
.\bin\brltty -I
e il servizio brlapi viene attivato tramite l’ultima riga del bat
net start BRLAPI
Se stai usando jaws con la barra braille, scaricalo in modo che brltty vi si possa collegare (con la mb408l devi anche selezionare il protocollo 5). In xp si attivano i comandi e i suoni standard di brltty emessi dall’altoparlante del pc, gli stessi usati in linux, che verranno inibiti quando brltty verrà abbinato a NVDA;
4) carica NVDA e dalle opzioni per il braille scegli brltty magari regolando anche qualche altra opzione per la barra braille, ad esempio io metto a zero il lampeggio del cursore in modo che non sia intermittente, ed abbiamo finito.
Ovviamente per disinstallare brltty si clicca su uninstall presente nella cartella principale del programma.

Installazione in windows 10 32 e 64 bit

1) Scompatta il file in una cartella qualsiasi ma siccome dovremo usare il prompt dei comandi e lo zip che hai scaricato crea una cartella con nome lungo, ti consiglio di di rinominarla con nome più semplice, ad esempio brl. Entra nella cartella e clicca sul file brlttycnf.exe per avviare la configurazione che puoi cambiare o fare anche dopo l’installazione ma in questo modo hai la barra braille che funziona immediatamente dopo l’installazione;
2) con le frecce scegli la barra braille, spara un colpo di tab, piano! e con le frecce scegli la porta e poi clicca su Ok e conferma ancora con Ok. Il risultato della configurazione è rappresentato dalle ultime due righe del file brltty.conf che trovi nella sottocartella etc. Per default l’estensione .conf non è associata a nessun programma e ti conviene associarla al blocconote. Il cancelletto presente nel file serve a mettere commenti;
3) apri il prompt dei comandi eseguendolo come amministratore, vai nella cartella in cui risiede brltty e digita:
install
brltty viene installato tramite la riga
.\bin\brltty -I
e il servizio brlapi viene attivato tramite l’ultima riga del bat
net start BRLAPI
esci dal prompt e se stai usando jaws con la barra braille, scaricalo in modo che brltty vi si possa collegare (con la mb408l devi anche selezionare il protocollo 5);
4) carica NVDA e dalle opzioni per il braille scegli brltty magari regolando anche qualche altra opzione per la barra braille, ad esempio io metto a zero il lampeggio del cursore in modo che non sia intermittente, ed abbiamo finito.
Ovviamente per disinstallare brltty devi aprire nuovamente il prompt dei comandi come amministratore e nella cartella in cui risiede brltty digitare
uninstall
Nota 1: cliccando semplicemente su install o eseguendo il batch dal prompt dei comandi aperto normalmente, quel maiale di windows 10 dà un errore e siccome è proprio stracancaro, non ti lascia nemmeno installare il programma eseguendo install come amministratore dal menu di contesto.
Nota 2: brltty può essere installato cliccando semplicemente sul file install anche in windows 10 solo quando è attivo l’account administrator, vedi il numero 96 se non sai come fare. Tuttavia in tale situazione bisogna riconfigurare jaws e altre cose di windows perché è come se ad usare il computer fosse un altro utente e non so se ne vale la pena. Ad installare brltty con l’account administrator ho provato solo con windows 10 64 bit, non dovrebbero esserci problemi con i 32 bit a meno che windows 10 non sia doppiamente maiale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *