Connettori e altro delle nuove schede madri in riferimento alla Gigabyte ga-z170-hd3p


In questo articolo mi riferisco in particolare alla scheda madre Gigabyte ga- z170-ud3p ma, con le opportune rettifiche, quanto scritto di seguito è valido anche per altre schede.
Pur rimanendo nel formato atx, la scheda madre Gigabyte ga-z170-hd3p è un po’ più stretta rispetto ad altre dello stesso formato ed infatti le sue dimensioni sono di 30,5 per 19,9 cm invece di 30,5 per 24,4 come accadeva per la ga- p55a-ud3 che abbiamo visto tante volte in passato. Quindi, rispetto ad un montaggio standard del formato atx, dovrai accertarti che sia possibile spostare i supporti di fissaggio del cabinet in modo che combacino con i fori di fissaggio della scheda e, sempre rispetto al montaggio standard atx, dovrai togliere il supporto che si trova a metà della parte destra e un altro del lato superiore del cabinet. Infatti la scheda è priva dei fori corrispondenti ai supporti che abbiamo tolto ed è meglio rimuoverli per evitare che il supporto metallico mandi indesideratamente a massa un componente con tutte le conseguenze che questo comporta. Il fatto che questa scheda sia un po’ più stretta è vantaggioso perché permette di collegare agevolmente i connettori sata 3 e sata express che si trovano sul bordo destro girati verso la parte anteriore del cabinet, in caso contrario sarebbero troppo a ridosso del lato anteriore rendendo il collegamento assai scomodo. Il manuale dice solo che ci sono tre connettori sata express senza spiegarne il collegamento e per deduzione dovrebbero essere quelli più piccoli rispetto ai sata standard e servono per i dischi solidi di questo tipo. Leggendo in internet, trovo che un connettore sata express va collegato al dispositivo assieme ad altri due connettori di tipo standard e la cosa mi pare strana ma ho trovato la stessa cosa anche in un manuale di una scheda madre Msi anche se in quel caso dicono che il sata express può funzionare anche singolarmente. Il sata express raggiunge una velocità di 16gb/s ma non so se ciò avviene quando è adoperato singolarmente o solo quando si usa in combinazione con il sata standard. Sempre per i dischi allo stato solido di un certo tipo, trovi il connettore m.2 che si presenta quasi come un piccolo integrato però con il taglio sul lato lungo; anche in questo caso non ho fatto esperienza con periferiche adatte a questo connettore. Il manuale nomina questo connettore con m2a_32g (m.2 socket 3 connector) mentre nell’elenco di tutti i connettori dice socket 3, m key, tipo 2243/2260/2280 sata e pcie x4/x2 ssd support. Supporta m.2 ssds sata ssds e m.2 pcie ssds e raid. Ormai da anni esistono le periferiche thunderbolt, fulmine, e tra gli slot di questa scheda vi è un connettore a vaschetta con cinque pin che permette di portare all’esterno una presa per collegare le periferiche di questo tipo. Purtroppo non danno il bracket con cavo per farlo e quindi non ho visto il connettore da infilare all’interno del pc e nemmeno quello esterno a cui collegare questo tipo di periferica. Oltre a due connettori per usb 2.0, e quindi per un totale di quattro prese, la scheda ha altri due connettori maschi con 20 pin per usb 3.0. Anche se il pannello esterno della scheda prevede già un buon numero di porte usb, non è male averne così tante al suo interno perché, oltre a poterle collegare al pannello frontale del cabinet o aggiungerle alla parte posteriore tramite lamierino, possono servire se vuoi installare un lettore di schede interno. I cabinet un po’ datati non hanno le prese usb 3.0 sul frontale anteriore, per inserirle ugualmente dovrai acquistare un frontalino usb 3.0 da porre su un alloggiamento anteriore (cosa che non ho ancora provato a fare). Esistono anche dei bracket con cavo e presa usb 3.0 da mettere quindi sulla parte posteriore del cabinet ma la cosa mi pare meno necessaria. Nel caso della ga-z160-ud3p, chi non vede si accorge subito di quali sono i due connettori usb 3.0 perché vicini e posti sul lato destro della scheda; attenzione però a non confondere un connettore per usb 3.0 con il connettore maschio tpm sempre a 20 pin che in questo caso si trova però sulla parte inferiore della scheda. Non avendo i cavi, non so se una spina per usb 3.0 entra nel tpm, speriamo di no! tpm significa trusted platform module e serve ad inserire un modulo per l’autenticazione dei dati e dei programmi; praticamente un qualcosa che ha a che fare con la sicurezza ma che limita la libertà del software libero ma non ci ho capito più di tanto e non ho fatto esperienza con questo modulo che a quanto pare serve solo a rompere le scatole. Da bios/uefi è possibile disabilitare la funzione di questo connettore e ci sono altre regolazioni che riguardano il modulo che vi si collega. Nonostante tutti questi nuovi connettori, la ga-z170-ud3p ha un connettore per porta seriale e addirittura quello per porta parallela alla faccia di quei negozianti che da anni vanno dicendo che seriali e parallele integrate non esistono più mentre le puoi trovare anche nelle schede madri Msi. Passando al pannello esterno, sono anni che per il video sento parlare della presa d-sub e adesso che l’ho trovata nella scheda grafica integrata di questa scheda madre posso dire che meccanicamente e forse anche elettricamente, è identica alla classica vga come del resto si dice in rete. A questa presa ho collegato il piccolo televisore Tlg con ingresso vga e, facendo guardare, ho constatato che funziona anche se la prova è stata molto relativa perché non ho ancora installato windows. La grafica integrata incorpora anche la presa dvi-d di cui non ho esperienza e la spina hdmi (quest’ultima con dolby). Oltre alle usb 2.0/1.1 e le usb 3.0 compatibili verso il basso fino alle 1.1, la scheda incorpora le usb 3.1 associate a due tipi di spine: il tipo A, ossia quello classico presente nei computer desktop, che oltre alla 3.1 supporta la 3.0, la 2.0 e addirittura la 1.1; il tipo C, fisicamente ma non elettricamente simile alla micro usb di tipo B, che per la compatibilità verso il basso si ferma alla 2.0. Purtroppo al momento non ho un cavo per descrivere al meglio queste spine che comunque sono più piccole rispetto alle classiche di tipo A. Dalla rete apprendo che con le usb 3.1 di tipo C, la velocità massima è di 10gps con una tensione di 20 volt 100 wat e una corrente di 5 amper; per essere usb sono potentissime! Per distinguerle dalle altre prese usb, il manuale dice che le usb 3.1 di tipo a sono contrassegnate in rosso e mi aspettavo di trovarne due mentre chi ha guardato ne trova una rossa affiancata ad una celeste. Oltre ai classici jack audio che non ho ancora provato ma che per quel poco che ho guardato mi sembrano con la stessa configurazione della ga-p55a-ud3, la scheda ha una lan con velocità di 1gbps e una presa ps2 per tastiere o mouse di questo tipo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *