Categorie
Attualità

Eutanasia, no grazie

In questi giorni il nostro parlamento sta discutendo per legalizzare il suicidio assistito; beh, in tempi di pandemia è una cosa che stride assai! Ma non preoccuparti, non farò il solito predicozzo di chi non desidera certe cose, ti dirò solo due parole di un’esperienza realmente vissuta e poi ti lascierò ad un video di soli quattro minuti perché i lunghi discorsi stancano e indispongono le persone.

Raramente sono andato d’accordo con mio padre e anche adesso che è morto da due anni, quando mi vengono alla mente certi ricordi… diciamo che quasi quasi mi vengono i cinque minuti! Negli ultimi giorni di vita in cui soffriva per due tumori soffrivo anch’io e sono rimasto un po’ sorpreso nel constatare che soffrivo più di quanto avevo previsto. Sì perché c’è una bella differenza tra il pensare a certi momenti che potranno arrivare rispetto a quando li si vive veramente. E quando ho vissuto veramente quei momenti con la reale sofferenza per l’imminente perdita, a me non è passata minimamente per la testa l’idea di porre fine alla vita di mio padre con un suicidio assistito.
Augurando a te e a i tuoi cari una lunghissima vita ma consapevole che prima o poi tutti dovremo vivere certi momenti, soprattutto a te che propendi per il suicidio assistito chiedo: sei proprio sicuro di volerlo mettere in atto quando purtroppo starai per lasciare un tuo caro come ad esempio tua madre?
Ecco il video.
Guarda

Di Franco (moderatore)

Appassionato di radio ed elettronica fin da bambino, in età adulta mi sono dedicato molto al computer e qui trovi alcune delle mie esperienze con l'aggiunta di temi di attualità che mi sono cari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.