Giochi fantasy land, furious racing e space storm

Proposti dalla rai, pur non essendo giochi testuali sono fruibili anche da chi non vede perché provvisti di suoni e di una voce guida e scaricabili nella versione per windows e mac. In questo articolo parlerò solo della versione per windows perché non possedendo un mac quel poco che so lo conosco per sentito dire e quindi lascio eventualmenhte il compito di chi lo usa di mettere un commento nel blog in modo da integrare e completare le informazioni.

Visto che non necessitano d’essere installati, apparentemente sembrano programmi portable ma non è così: infatti, oltre alla cartella in cui li scompatti, mettono i loro riferimenti nel percorso:
\utenti\nomeutente\AppData\LocalLow
e, cosa ancora peggiore, nel registro di windows.

Il gioco più accessibile e godibile per i non vedenti è Fantasy land anche se rispetto al famoso Gioco del castello di Enrico Colombini degli anni ’80 questo lascia molto a desiderare in fatto di fantasia e interattività con gli oggetti. Inizialmente l’avevo provato inpostando la difficoltà 1 ma mi sembrava troppo scontato e così ho inserito la difficoltà 5 e finora sono arrivato al livello 6, non so fino a che livello si arriva, guardando i file sembrano essere una cinquantina ma mi sembrano troppi… forse saranno una decina? Vedremo! Comunque molte delle azioni sono lasciate alla macchina e una volta che ne hai capito la logica, come quando il protagonista attacca l’avversario, l’esito è scontato e se ti fai fregare significa che sei proprio sbadato! La seconda carenza è la scarsa interattività con gli oggetti e i personaggi dove anche qui molto viene lasciato fare alla macchina senza che l’utente sviluppi la fantasia per risolvere un problema. Ad esempio, quando trovi un oggetto puoi solo premere ctrl per esaminarlo e la macchina ti dice com’è o cosa fa a seconda della situazione in cui ti trovi ma non sei tu a decidere con quale verbo o con quale frase più o meno valida esaminarlo come avveniva nell’insuperabile Gioco del castello. Il fatto poi di doversi muovere solo con la pressione di ctrl e non con le lettere della tastiera per andare ad ovest, ad est eccetera personalmente mi fa orientare di meno ma forse questa è solo una mia carenza. Facendo sempre l’esempio del Gioco del castello, ti confido un segreto: mi sono sempre immaginato la pianta di quel castello alla rovescia! E sai perché? Perché la lettera o di ovest la si preme con la mano destra e la e con la sinistra e nel premerle m’immaginavo d’andare dalla parte della mano che aveva premuto il tasto e quindi alla rovescia!

I giochi Furious racing con auto e moto e Space storm con la nave spaziale secondo me sono abbastanza accessibili ma meno godibili da chi non vede ed è anche ovvio che sia così visto che in quei casi non viene raccontata una storia ma mostrato un circuito di moto o auto oppure una nave che va nello spazio e quindi un qualcosa che è più da vedere che d’ascoltare. E’ un po’ come quando ad un cieco viene descritto un quadro: sì, magari un po’ se lo immagina e in modo particolare lo fa chi non è nato non vedente ma ha perso la vista in un’età da ricordare le immagini; però alla fine la descrizione non te lo può far godere come se lo vedessi. Nel caso dei nostri giochi, alla fine ciò che il non vedente sente sono solo dei rumori che in certi casi non sono nemmeno ben azzeccati. Personalmente avrei messo più in primo piano il rumore dell’auto o della moto che sto guidando e avrei messo qualche messaggio in più che mi descrivesse un po’ la gara e il percorso; d’accordo che le radiocronache di Enrico Ameri erano insuperabili e non sono ripetibili, però… Lo stesso discorso vale per la navicella spaziale: avrei messo in primo piano il rumore dei motori della nave immaginandola un po’ come quelle dei libri/film di star trek con dei beep o messaggi che mi indicano gli ostacoli o il percorso mentre qui i suoni non sempre sono azzeccati: ti pare che un asteroide che si avvicina faccia quel suono? L’oggetto è all’esterno della nave e in assenza d’aria non produce rumore e quindi ciò che dovresti sentire sono solo dei segnali acustici associati ai sensori della navicella. Di questi due giochi però ci sono cose che non ho capito e che non ho approfondito perché in realtà sono solo giochi e quindi non ci ho dedicato tanto tempo e magari le mie impressioni sono un po’ errate.

Se sei non vedente, con Furious racing e Space storm fai attenzione a non attivare l’opzione per non udenti perché in quel caso la voce guida non c’è più e, visto che gli screen reader non sono compatibili con il programma, poi non c’è modo di riattivarla in maniera semplice. Riscompattare il gioco e cancellare i riferimenti nel percorso
\utenti\nomeutente\AppData\LocalLow
non serve e quindi per ripristinare il tutto dovrai cancellare i riferimenti dal registro; ad esempio, Furious racing mette due chiavi col nome omonimo e forse basta cancellare quelle ma se cancelli anche gli altri riferimenti al gioco non fai male. Da notare inoltre che quando giochi con furious racing è bene disattivare jaws perché in caso contrario l’accellerazione con le frecce viene inibita; la cosa non succede con l’assistente vocale o con NVDA. Non ho capito se capita la stessa cosa con Space storm perché in quel caso è difficile sentire se c’è l’accelerazione.

Oltre che dal sito rai, puoi scaricare i giochi citati anche nell’apposita sezione del mio sito andando
qui



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *