Memorie ddr4, scheda madre e processore

Successive alle ddr3, le memorie ram ddr4 si trovano in moduli di varie capacità anche se ormai si parla solo di giga e non di mega e forse i 2 giga non esistono o sono rari visto che finora le ho incontrate da 4, 8, 16 e 32 gb (non ho approfondito per vedere se c’era anche un modulo da 64 giga a cui arriva la memoria ram che si può montare nelle schede attuali o comunque una parte dei modelli attuali). Siccome Fuori serie non è solo tecnica, ti dico che si prova una sensazione… strana, indescrivibile e bella nello scrivere di memorie così giganti con un computer del 1994 con soli 16 mega di ram con cui windows 10 non fa nemmeno pio! Le ddr4 lavorano ad una tensione di 1,2 volt e quindi un po’ più bassa con un leggero risparmio di energia rispetto alle ddr3 che necessitano di 1,5 v. Purtroppo la latenza, espressa con cl, è un po’ più alta, più alto è questo valore e meno sono le prestazioni della memoria. Valori tipici sono quelli di cl14 o cl15 invece di cl9 delle ddr3. Le frequenze di lavoro che ho trovato finora sono le seguenti:
2133, 2400, 2666, 2800, 3000, 3100, 3400 mhz.
Se vai in un buon sito, nelle caratteristiche di un processore o di una scheda madre trovi anche le memorie compatibili, certo è che non vale la pena di mettere una memoria con frequenza di lavoro più alta rispetto a quella che il processore o la scheda madre supporta per la memoria. Ci sono processori compatibili sia con le ddr3 che con le ddr 4; al contrario, una scheda madre compatibile con le ddr3 non è compatibile con le ddr4 e viceversa sia elettricamente che meccanicamente. Non so se siano proprio tutte così, però nel guardare gli slot per ddr4 di una scheda madre salta subito all’occhio o al tatto che c’è un unico gancetto per il fissaggio, all’altro estremo trovi un semplice incastro. Finora ho avuto tra le mani un unico modello Kingston ddr4 da 8 gb nel quale non si sentono gli integrati come avveniva con le ddr3. Al di là dei contatti costituiti da 188 pin, il modulo ddr4 forse è leggermente più spesso delle ddr3 e dà l’impressione di una scatolina lunga e stretta. Entra in un sol senso forse anche a causa del ponticello presente nello slot che forse non è proprio al centro, e del taglietto in cui s’incastra presente sul lato dei contatti. Sul lato lungo superiore della memoria, quello opposto ai contatti, c’è una scanalatura che una volta montato il componente viene a trovarsi più vicina al lato dello slot senza gancetto ma non so se questo è uno standard.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *