Problemi e rimedi per l’uso di jaws

Nei paragrafi seguenti riporto alcuni problemi e, quando le o trovate, alcune soluzioni nell’uso di varie versioni di Jaws con applicazioni varie. Non è detto che quanto scritto di seguito sia valido per tutti i computer e tutte le configurazioni.

Jaws, Internet explorer 8 e rilevamento del colore di sfondo di una pagina web

Quanto scritto di seguito capita sicuramente con le versioni 9, 11 e 13 di Jaws ed Internet explorer 8; non succede con Internet explorer 11, non ho provato con Internet explorer 9 e 10. Inoltre il difetto riportato di seguito si riferisce a quando non sono state modificate le impostazioni del browser che riguardano il colore. Certi difetti dei programmi si trovano quando si lavora ed è così che nel cambiare il colore di sfondo di una pagina web mi sembrava che la regolazione non avesse effetto. Il fatto è che in presenza di una pagina web visualizzata con Internet explorer 8, e quindi ovviamente con il cursore virtuale attivo, Jaws legge più o meno correttamente il colore del testo ma non quello di sfondo che considera sempre bianco. Per vocalizzare il colore di sfondo correttamente disattiva il cursore virtuale con Insert+z e poi in cursore jaws premi Insert+5 della tastiera alfanumerica sopra all’elemento di cui vuoi conoscere il colore. Se necessario, ingrandisci la finestra o regola la lettura dello schermo con Insert+r. Attenzione: La lettura con il cursore virtuale disattivato può non funzionare al cento per cento in siti complessi.

Jaws 15 ed internet explorer 11

Nel fare modifiche ad una pagina web usando semplicemente il linguaggio html si ha la necessità di aggiornare la visualizzazione dello schermo in modo d’essere certi che il computer visualizzi le modifiche apportate e non la visualizzazione memorizzata nei file temporanei di internet. Con Jaws 15 e internet explorer 11 capita che una volta premuto f5 per aggiornare la visualizzazione dello schermo la sintesi non riesca più a selezionare i link della pagina soprattutto per quelli che puntano alla stessa pagina e che nel premere tab si rimanga sempre allo stesso punto. Il problema si risolve con il comando jaws Insert+esc che ridisegna gli elementi su schermo.

Jaws, internet explorer e colore dei link visitati

Per il problema seguente non ho trovato rimedio ed in pratica succede questo: quando clicchiamo su un determinato link di una pagina web, in seguito, almeno in linea generale perché non sempre lo fa, la sintesi ci dice che l’abbiamo visitato e su schermo quel link cambia colore a seconda di come è stata programmata la pagina e a seconda del browser in uso e delle sue impostazioni. Senza complicarci la vita, prendiamo in considerazione solo Internet explorer 11 con le impostazioni di default con le quali vengono usati i colori di windows. Con il semplice testo il rilevamento dei colori di Jaws non dà sempre buoni risultati, quello dei link visitati con Internet explorer 11 addirittura non viene rilevato ed in pratica succede questo. Se programmi una pagina web in modo che il colore dei link sia verde e quello dei link visitati sia rosso, Jaws continuerà a dirti che il colore del link è verde anche quando la sintesi ti dice giustamente che l’hai visitato. Forse a quanto detto fin qui ci sono delle eccezioni, per certo so che la cosa succede con più versioni di Jaws e che la 16 non risolve il problema. Visto che per quanto riguarda il colore dei link Jaws 11 in xp me li dava giusti o comunque abbastanza giusti, ho provato ad inserire tale versione in windows 7 ed usarla con Internet explorer 11 riscontrando però lo stesso problema visto sopra e ciò significa che la cosa è legata al browser in uso e forse anche al sistema operativo. Per saperlo con certezza bisognerebbe poter mettere Internet explorer 11 in xp, cosa che non si può fare visto che, almeno così dice Microsoft, xp non supporta versioni di Internet explorer superiori alla 8. La morale di tutto questo discorso è la seguente: se non ci vedi un accidente e proprio per questo ti fai consigliare da un amico vedente su quali colori adoperare per i link e magari non hai più xp con Internet explorer 8, lo dovrai chiamare per chiedergli se la programmazione della pagina funziona per davvero, alla faccia dell’autonomia! Ma gli strumenti per non vedenti, non dovrebbero aiutarci a raggiungerla? E con quello che costa Jaws, non ti sembra che non vi dovrebbero essere difetti così palesi?

Jaws 16 32 bit ed mb408l

Per fortuna anche con Jaws 16 32 bit è possibile installare la barra braille mb408l usando il driver mb408sl.jlb, aggiungendo l’apposita versione di braille.ini e il file default.jkm come spiegato dettagliatamente nell’articolo dedicato a questa barra braille del numero 80 ed esattamente nella seconda strada da percorrere per l’installazione. Con molta probabilità funziona anche mdv monitor braille ma preferisco usare la soluzione scritta sopra perché mi permette di spegnere momentaneamente la barra braille senza che Jaws s’imballi. La prima volta che ho messo la mb408l come barra braille predefinita al riavvio di Jaws non è partita e nemmeno al riavvio del computer perché, per motivi che non mi spiego, nel rivedere le impostazioni era rimasta selezionata Nessuna barra. Se ti capita, rifai la selezione del display braille per mettere a posto le cose.

Installazione di Jaws 16 32 bit versione 4350 e rimozione di Jaws 15

La versione 4350 di Jaws 16 è quella adatta ad essere installata anche in windows 10 e, nell’installarla in windows 7, ho riscontrato un errore saltuario e proprio per questo più difficile da capire. Una volta cliccato sul file per l’installazione ed aver atteso qualche attimo, saltuariamente capita che la sintesi non cominci a parlare ed aspettando ancora un po’ si sente il suono di avvertimento di windows. Non potendo leggere lo schermo ho lanciato il file di installazione di Jaws con NVDA caricata scoprendo che quando si comporta come sopra dà un errore in inglese tramite il quale sembra che il file sia corrotto e c’è solo la possibilità di cliccare su Ok per uscire. A questo punto appare la solita finestra di windows 7 per l’incompatibilità dei programmi che ho annullato. Credo si tratti di un errore fittizio di windows che magari non capita con tutte le macchine e con tutte le configurazioni perché se il file fosse veramente corrotto rimarrebbe tale ogni volta che ci si clicca sopra e non solo saltuariamente. Analogamente, se vi fosse un problema d’incompatibilità tra Jaws e la macchina, tenendo conto che tra un avvio e l’altro non aporto nessuna modifica, questa dovrebbe rimanere tale ogni volta che si tenta di eseguire l’installazione. Comunque per scrupolo ho riscaricato il file riscontrando lo stesso problema. Ho fatto anche altre prove che non sto qui a raccontare ma quando credevo d’aver individuato il problema l’errore si ripresentava e quindi, almeno per il momento, se capita anche a te ti posso dire solo di riprovare a cliccare sul file, a volte parte benissimo e l’installazione va fino in fondo senza nessun problema. Nel disinstallare jaws 15 ho notato che mi capita la stessa cosa ed è probabile che il problema vi sia anche in fase d’installazione della stessa versione ed il fatto che non mi sia capitato quando in passato ho installato Jaws 15 potrebbe dipendere da due cose:
1) essendo un errore saltuario, in quel momento mi è andata bene;
2) i continui aggiornamenti di windows hanno creato il problema.

Jaws 11 e firefox 42.0

Quanto scritto di seguito non succede con la versione 37 di Firefox, non so se capita con le versioni 38, 39, 40 e 41. Con Jaws 11 e la versione 42 non si riesce ad accedere a tutte le opzioni di Firefox perché dalla scheda Generale non ti lascia selezionare le altre. Non so da che versione di Jaws ricomincia a funzionare, certamente funziona con la 15 ma, cosa ancor più sconcertante, funziona anche con la 9, roba da matti! Sono sicuro che non è un difetto della versione di Jaws 11 installata sul mio computer perché ho provato con un altro disco e una versione 11 installata senza usare il merge e parzialmente configurata e quindi usata pochissimo con minore possibilità che si sia danneggiata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *