Categorie
Attualità Computer, hardware e software Radio, registratori, hi fi, telefonia e tv

Pagare un bollettino postale precompilato con postepay

Se non hai ancora domiciliato tutte le bollette o per qualsiasi altra ragione, capita di dover pagare un bollettino postale precompilato e se andare alle poste è scomodo per tutti, lo è ancor di più per chi ha difficoltà negli spostamenti perché deve trovare una persona che l’accompagni. Oggi ci si riempie tanto la bocca con parole come volontariato e solidarietà ma per esperienza diretta dico che al 99% sono dette a sproposito; il volontariato esiste, ma in moltissimi casi non offre alla persona svantaggiata ciò che realmente le serve dando invece un qualcosa che alla persona in difficoltà proprio non interessa e l’attività svolta serve solo a gratificare chi il volontariato lo svolge. Personalmente preferisco chi ti aiuta senza riempirsi la bocca di parole inutili e se trovi una di queste persone puoi ritenerti fortunato. Quindi è meglio arrangiarsi da soli. In questo articolo non è contemplato l’uso dell’app per postepay di cui ho sentito solo parlare quando telefonavo a postepay stessa per problemi con la carta di credito.

Prima di precipitarti nel sito di postepay devi procurarti il codice a 18 cifre e la tipologia del bollettino che si trovano nel bollettino stesso e se sei non vedente dovrai fartelo leggere da qualcuno oppure utilizzare uno scanner o un programma ocr inserito nel telefonino. La cosa più scocciante di questo codice è che cambia ad ogni bolletta anche se proviene dalla stessa ditta e quindi chi non vede dovrà perdere tempo per acquisirlo di nuovo ma tanto per certe persone i ciechi di tempo ne hanno da vendere…
Nel mio caso avevo acquisito il bollettino con lo scanner senza trovare il periodo a cui si riferiva la bolletta. Pensando che l’ocr saltasse qualche scritta, a volte succede, ho fatto dare un’occhiata a mia madre di 83 anni che non ha trovato niente ed invece ha visto il codice di cui stiamo parlando al quale ho dato importanza solo quando sono andato in postepay notando che serviva per il pagamento.
Nel caso di acque venete il codice e la tipologia si trovano sotto alla riga seguente:
Codice Avviso Tipo Cod. fiscale ente creditore
e tali scritte dovrebbero rappresentare il titolo di tre colonne che l’ocr di jaws mi mette senza spazi. Le 18 cifre del codice sono invece raggruppate per quattro fino a 16 con l’aggiunta delle ultime due ma nel sito di postepay le ho incollate tutte senza spazi che forse non sono previsti ma se ci vuoi provare al massimo ti dà un errore. Per motivi a me ignoti, nel notare il codice con 18 cifre mia madre diceva che alcuni numeri del codice erano stati cancellati, o, per dirlo più correttamente rispetto ad una donna di 83 anni con la quinta elementare che non vedeva l’ora di finire per andare a lavorare i campi, certi numeri sono stati contrassegnati e se anche il tuo bollettino avesse dei numeri evidenziati in qualche modo è meglio se l’ocr lo svolgi più di una volta e magari con diverse impostazioni proprio perché il contrassegno potrebbe fargli acquisire unnumero per un altro.
Dopo il codice di 18 cifre segue la tipologia del conto che nel caso di acquevenete è p1 non contemplato in postepay dove si può scegliere solo la tipologia 896 e 674 e io ho selezionato il primo e gli è andato bene ugualmente.
Oltre a quanto detto fin qui devi avere a portata di mano anche il numero del bollettino, ossia il numero di conto corrente su cui versare i soldi e fino ad ora ho sempre pensato che fosse sempre costituito da diverse cifre mentre acquevenete ne ha solo quattro e ne sono rimasto perplesso… Ma funziona! E devi avere anche a portata di mano i numeri posteriori della tua carta di credito perché ti verranno chiesti in fase di pagamento, non servono quelli anteriori.
Adesso che abbiamo ciò che ci serve possiamo procedere al pagamento come segue:
1) vai in
www.postepay.it
Quindi clicca sul link Paga online e fai il login con le tue credenziali;
2) vai al titolo Cosa puoi pagare che per chi adopera gli screen reader è a livello 3. Il primo tipo di pagamento riguarda proprio i bollettini e dovrai cliccare sul link che si trova dopo la spiegazione che, per chi l’adopera, viene identificato da jaws 2022 come un link senza testo e sulla barra braille si notano due caselle consecutive con i punti 7 ed 8;
3) Per default è già selezionato il bollettino precompilato, quindi clicca su Continua;
4) Una volta inserito il numero del bollettino precompilato, questo verrà riconosciuto dal sistema e quindi non dovrai inserire l’indirizzo del destinatario. Nell’inserire l’importo, gli eventuali centesimi non vanno inseriti con la virgola come si fa di solito ma nell’apposito spazio che trovi dopo l’importo in euro. Poi incolla il codice a 18 cifre visto in precedenza che, come dicevo, ho inserito senza spazi e tramite l’apposita casella scegli la tipologia del bollettino. Per default il bollettino viene eseguito dall’intestatario della carta di credito. ma se il bollettino cartaceo che devi pagare è intestato ad un’altra persona, lo puoi pagare comunque con la tua carta di credito ma devi cliccare sul pulsante Modifica per modificare il nome, l’indirizzo eccetera di chi lo esegue. Per default è disattivata la casella per posticipare il pagamento che non ho provato ad usare, quindi clicca sul pulsante Continua.
5) qui non ho preso appunti dettagliati ma basandomi su un altro tipo di conto dovrebbe apparire la finestra con il riepilogo e si clicca su Paga ora e poi premi il pulsante in cui trovi il numero della tua carta, non so se in caso di più carte vi sono più pulsanti, molto più probabilmente vi sarà una casella per selezionarle, quindi clicca sul pulsante Autorizza seguito dalla cifra che stai per pagare alla quale viene aggiunto un euro per la commissione.
6) adesso bisogna inserire il cvv2/cvc2, ossia i numeri posteriori della tua carta, mentre la data di scadenza sempre della tua carta si sceglie tramite le caselle Mese ed Anno e poi si clicca su Prosegui;
7) attendi un attimo perché nel telefonino associato alla tua carta ti deve arrivare un sms per confermare la tua identità, ma prima d’inserirlo devi immettere la password con cui sei registrato alle poste anche se abbiamo già fatto il login; quindi inserisci il codice presente nel telefonino e poi clicca sul Pulsante Prosegui;
8) se tutto è andato a buon fine ti dice che la ricevuta è disponibile al link: Le tue operazioni. Invece Tramite il link Ricevuta puoi visualizzare la ricevuta in pdf che nel mio caso è stato aperto con microsoft edge e col pulsante Salva la puoi archiviare dove vuoi. Il nome di default è costituito da cifre di cui non ho capito il senso ma ovviamente la puoi rinominare. Nella stessa pagina trovi il pulsante per condividere la ricevuta che ovviamente serve solo se hai pagato per un’altra persona.


Di Franco (moderatore)

Appassionato di radio ed elettronica fin da bambino, in età adulta mi sono dedicato molto al computer e qui trovi alcune delle mie esperienze con l'aggiunta di temi di attualità che mi sono cari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *