Quando unire mp3 con il solo sistema operativo non è efficace

Con le potenzialità di wordpress ed il blog potrei fare il saputello, quello a cui non sfugge niente, che valuta e prende in considerazione ogni eventualità… mi basterebbe modificare il post “Unire mp3 usando solo il sistema operativo” pubblicato in passato e… fatta! Ma che bravo (e che presuntuoso) è Franco. Ma non sarei più franco!
Nei mesi scorsi lavoravo con mp3 con le stesse caratteristiche e l’eventualità di doverne unire alcuni con caratteristiche differenti proprio non mi è passata per la testa anche se tanti anni fa ho avuto quel problema che ho risolto in un modo che non ricordo nemmeno bene, senz’altro facendo una conversione.
Ed è così che un amico mi ha fatto notare che in certi casi unire mp3 con caratteristiche diverse può dare dei problemi se fatto solo con il sistema operativo e la cosa mi è parsa immediatamente ovvia. Ma siccome oltre a non pensare a tutto sono peggio di san Tommaso, in realtà si tratta di una spiccata curiosità tecnica, con il metodo spiegato in passato ho unito due mp3 stereo di cui uno con velocità in bit di soli 64kbps e l’altro di 192kbps. In effetti c’è un problema di velocità nella riproduzione come diceva il mio amico ed in particolare la parte del primo file rimane invariata mentre la velocità si alza quando si passa alla parte che era a 192kbps. Unendo i file al contrario, la velocità rimane inalterata nella prima parte mentre si abbassa nella seconda.
Ma ci sono casi in cui la velocità rimane invariata anche se ci sono altri problemi. Questa volta non solo ho unito un file mono con uno stereo e viceversa ma era anche diversa la velocità del campione audio, 44khz per il mono e 22khz per quello stereo; quello mono aveva 48kbps di velocità in bit mentre quello stereo era di 64kbps. Oltre al fatto che windows mediaplayer legge solo la prima parte del file e che winamp a volte riesce a leggerle entrambe e a volte no e che comunque con l’apposito comando non riesce a leggere gli ultimi secondi del file che hai prodotto, se la prima parte del file è mono sarà mono anche la parte stereo (non ho verificato se unisce i due canali oppure se ne mette uno solo). Viceversa, se la prima parte è stereo questa rimane tale e ovviamente la parte mono rimane mono perché la semplice copia non può costruire una stereofonia fittizia anche se il file è stereo e, tra l’altro, guardando le proprietà sembra che tutto il file sia stato portato alla velocità del campione audio di 22khz.
Nota: in windows 7 non trovo dove farmi dire la velocità del campione audio e forse non c’è anche se ci sono un sacco di dettagli che si possono visualizzare e quindi l’ho verificata con xp.
Non ho verificato cosa fa un lettore mp3 esterno al computer ma, per quanto scritto fin qui, diciamo senza mezzi termini che l’unione di mp3 tramite il solo sistema operativo funziona bene solo quando i file da unire hanno le stesse caratteristiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *